VERGOGNA: Ennesimo incidente mortale sulla SS16 a sud di Bari

incidente12092010.jpg

Il 12 Settembre 2010…una giornata in cui migliaia di autovetture percorrevano il solo tratto utile per raggiungere Bari dal Sud, per la fiera del Levante, è successo ancora: un noto e stimato medico concittadino, il dottore Accettura di Noicattaro ha perso la vita in un incidente avvenuto sulla famigerata corsia nord della SS16 tra Torreamare e S. Giorgio, al km 812+400, nel corso del quale, per effetto di tamponamenti, sono rimaste ferite anche altre tre persone.

Altissimo il tributo di questo ennesimo grave incidente per il quale c’è stata una forte mobilitazione, media compresi, ma purtroppo, ancora una volta, una esposizione deviata dei fatti. Il fastidioso concetto che sta passando è che la colpa è del morto … ma nessuno spiega che la dinamica dell’incidente afferisce ad una delle tantissime ordinarie e innumerevoli situazioni che si generano quando ogni frontista della statale prova ad entrare o uscire di casa propria, inducendo pericoli per sè e per chi passa in quel momento.

Nessuno evidenzia che l’incidente, quando non accade su questa strada, è solo nelle more di situazioni di fortuna e non di sicurezza reale.

Pochi ricordano che parliamo di una strada fuorilegge e fuori norma, non classificata e non classificabile, che non ha lasciato gli spazi di cortesia ai frontisti che devono entrare ed uscire dalle proprie abitazioni (tutte regolari)…. una strada dove i TIR sono ormai licenziati a viaggiare a 70 km orari (quasi gli stessi limiti dell’autostrada), ma ad un paio di metri dalle residenze urbane…una strada su cui i TIR e le autovetture si ribaltano nelle residenze private inducendo incidenti e morti come nulla fosse…..

Ma l’ANAS è tranquilla.. e dice: “la strada è stata messa in sicurezza e ben comunicati i limiti aggiornati”. Quindi le coscienze sono a posto… ed intanto chissà perchè.. continuiamo a contare i morti..

  • persone immolate alla superficialità di coloro che avendo messo i cartelli ormai possono dormire tra due cuscini e che non volendo hanno coperto con la loro distrazione le scelleratezze di chi dovrebbe tutelarle….
  • persone ignare di aver pagato tasse per una vita intera, senza meritarsi neanche una strada sicura, obbligate a utilizzare la sola strada messa a disposizione….

 

QUESTA E’ LA VERGOGNA !!!!!!!!!

L’ANAS FACCIA MEA CULPA e anziché cercare consensi in Prefettura e tra gli automobilisti stufi e preoccupati, ponga rimedio allo scempio dell’allargamento a 4 corsie “abusivo”, fatto in area urbana a scapito degli spazi dei residenti, che non ha lasciato spazi di cortesia utili a proteggere sia gli utenti della strada che i residenti!
L’ANAS ponga rimedio accelerando i tempi di realizzazione della VARIANTE e non modificando il progetto esistente fattibili in un progetto mastodotico infattibile, utile solo ad essere riposto nel cassetto, come avvenuto almeno altre 2 volte per questa Strada, al fine di non fare nulla!!!!!!

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI BARI FACCIA MEA CULPA perchè non è in grado nemmeno di proteggere i propri cittadini, cercando di operare le dovute pressioni a livello politico, a livello regionale .. affinchè la Variante si realizzi!

Noi del Movimento Procivitate insieme a tanti residenti e non, siamo disgustati da quanto accade.. continuiamo a chiedere perchè questa variante non si riesce a fare: apparsa come una meteora, dopo la nostra manifestazione in piazza di settembre di due anni fa, ed ora è stata di nuovo imboscata, esattamente come avvenuto 20 e 10 anni fa! (leggi il post su questo sito http://unastradaperlavita.myblog.it/archive/2009/05/31/ss16-torreamare-approvata-la-variante-bari-mola.html)

Per questo ieri abbiamo prodotto immediatamente un Comunicato Stampa con il quale denunciamo ancora una volta la mancanza di interventi per la realizzazione della Variante e dove ribadiamo che nelle more che ciò avvenga sia disposta in questo tratto di strada la riduzione della carreggiata  lato nord ad una sola corsia.. gli autovelox a singhiozzo evidentemente non bastano.

Questo è quanto andremo a chiedere al Procuratore della Repubblica di Bari. Questo è quanto abbiamo rilasciato anche in una intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno che ringraziamo, nella persona di Ruggiero Cristallo, per avere ospitato il nostro pensiero sulle proprie pagine (leggi l’articolo  GDM 12092010 incidentefronteesso.pdf).

Rosalia Balice

VERGOGNA: Ennesimo incidente mortale sulla SS16 a sud di Bariultima modifica: 2010-09-13T17:13:00+02:00da stradaperlavita
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento